Sei in regola con lo smaltimento dei residui esausti di stampa? 

Le norme italiane ed europee stabiliscono l'obbligo in capo a tutte le aziende di avviare al recupero o smaltire i residui esausti di stampa come toner,cartucce inkjet, tamburi, ecc.

Uno dei punti fondamentali della legislazione (D.lgs. 152/06, Art. 183/f) stabilisce che il responsabile della "produzione del rifiuto" è in prima istanza il soggetto che lo genera con la propria attività, cioè l'azienda che stampa.

La legge afferma anche che il "produttore del rifiuto" conserva la responsabilità per l'intera catena di trattamento. Quindi non è sufficiente che "qualcuno" si occupi di ritirare i toner esausti dall'azienda che li ha prodotti stampando, ma è necessario che l'azienda produttrice controlli che quel "qualcuno" operi con le dovute autorizzazioni e secondo norma di legge. 

Per approfondimenti, si richiamano le seguenti fonti normative:

  • D.Lgs. 152/06, ex D.Lgs22/97 e successive modifiche
  • D.Lgs. 205/10 applicativo del SISTRI
  • Direttive CEE, 91/156, 91/689, 94/62
  • Decreto semplificativo GU 265 del 22 ottobre 2008

 

Perché affidarsi a noi?

 

GESTIONE DIRETTA DEGLI SMALTIMENTI

 

ZEROZEROTONER

GESTIONE

1. Devi far fare l’analisi chimica ai tuoi rifiuti, in quanto i consumabili esausti da stampa informatica sono rifiuti speciali con codice a “specchio”

2. Devi acquistare e vidimare alla CCIAA il registro di carico e scarico (*)

3. Devi registrare l’operazione di carico dei rifiuti sul registro (*)

4. Devi contattare un trasportatore di rifiuti autorizzato (Gestore)

5. Devi verificarne le autorizzazioni e la corrispondenza con i codici CER (Codice Europeo del Rifiuto) da te prodotto

6. Il produttore compila il FIR (Formulario Identificativo del Rifiuto) in 4 copie e il trasportatore ritira i rifiuti.

7. Devi registrare l’operazione di scarico dei rifiuti sul registro (*)

8. Il trasportatore porta i rifiuti a destino e conclude la compilazione del FIR

9. Il destinatario rende la 4° copia del FIR firmata al gestore che la inoltra al produttore

10. Il produttore compila il MUD (Modello Unico di Dichiarazione) in cui tiene traccia dei movimenti dei rifiuti e lo presenta alla CCIAA di competenza (alla fine di Aprile di ogni anno) (**) 

 

GESTIONE:  NESSUNA

 

 

 

 

 

 

 

 00toner

RESPONSABILITA’

Rispondi direttamente a livello amministrativo e penale in caso di inadempimento totale o parziale o di errori di trascrizione. 

 

RESPONSABILITA’ : NESSUNA

SANZIONI

Il mancato adempimento degli obblighi di legge in

materia, comporta non solo pesanti sanzioni

amministrative di carattere pecuniario (da € 1.032,00 a € 92.962,00), ma addirittura sanzioni penali a carico del Titolare o dell’amministratore Delegato dell’azienda, che verrà sottoposto a processo penale e, in caso di reato comprovato, condannato ad un periodo di sospensione dalla carica compreso tra un mese ed un anno. 

 

 

SANZIONI : NESSUNA

PROBLEMI

1. Devi attenerti alla complessa burocrazia e aggiornarti costantemente su eventuali modificazioni della legge.

2. Incorrere facilmente in errori. 

 

 

PROBLEMI : NESSUNO

 

                    (*) Solo per i soggetti che rientrano nelle categorie previste dal legislatore, in genere le aziende con più di 9 dipendenti.

           (**) Solo per i soggetti che devono tenere i registri di carico e scarico.

 
Sistemi Open Srl vi risolve il problema!

Tag Cloud

No tag

Sistemi Open Srl

Esperienza e tecnologia a supporto degli studi professionali e della piccola e media impresa

Sistemi Open eroga servizi di supporto tecnico e consulenza specialistica in campo informatico a 360 gradi, specializzata negli ambienti Microsoft, Citrix e VMware.

Vanta inoltre certificazioni specifiche con i suoi principali partner tecnologici.

Promozioni

Le sezioni

  • Newsletters

    Non perdere altre offerte irripetibili, aggiungiti alla newsletter!

    Iscriviti

  • Prodotti

    I nostri migliori prodotti a vostra disposizione.

    Una presentazione commerciale a portata di click.

Go to top